L’estate è una trappola ardente! : Proteggersi al meglio dai pericoli invisibili del sole

Proteggersi del sole è fondamentale. L' è arrivata con la sua promessa di tintarella, ma sotto quel cielo azzurro si nasconde una minaccia invisibile che può lasciare cicatrici indelebili. Ecco come combatterla!

 La realtà nascosta dietro una scottatura solare

Abbiamo tutti avuto quella fastidiosa scottatura, un piccolo promemoria delle ore passate sotto il sole. Ma non è solo un disagio temporaneo, è un segnale d'allarme del nostro corpo. La dottoressa Marcella Ribuffo è una dermatologa di fama. Sottolinea che le scottature aumentano i radicali liberi. Questi danneggiando il “cervello” delle nostre cellule. Sono simili a piccoli danni all'hard disk di un computer. I danni si accumulano col tempo. Ciò che oggi appare come arrossata potrebbe diventare problemi seri in futuro.

2 Pin

 L’arte di prepararsi al sole: non solo creme!

La protezione solare è essenziale, ma non è l'unico modo per proteggere la pelle. La dottoressa Ribuffo consiglia di iniziare a prepararsi settimane in anticipo, integrando la dieta con antiossidanti come l'astaxantina e il licopene. Ma non è tutto: anche la dieta gioca un ruolo cruciale. Favorire una dieta mediterranea e limitare l'alcol può fare miracoli per la pelle. E prima di esporsi al sole, fare una visita da un dermatologo può essere fondamentale per evitare reazioni indesiderate, specialmente se si sta assumendo farmaci o si utilizzano prodotti come tinte per o cosmetici.

Una Dieta Mediterranea Pin

Scegliere (e utilizzare) la protezione solare: una scienza esatta

Non tutte le creme solari sono create uguali, e conoscere il proprio tipo di pelle può fare la differenza tra una protezione efficace e un disastro. Iniziare con una protezione alta, come la 50, è una buona norma. Ma non basta solo applicarla: occorre farlo nel modo giusto. La crema va applicata un'ora prima dell'esposizione e deve essere riapplicata regolarmente, specialmente dopo il bagno o la doccia. E un piccolo per i buoni samaritani dell'ambiente: rimuovere la crema prima di una nuotata per evitare di rilasciare sostanze chimiche in mare.

Tuttavia, la dottoressa Ribuffo avverte: la protezione solare non deve ingannarci facendoci pensare che possiamo rimanere al sole tutto il giorno. L'esposizione deve essere graduale. Iniziare con breve esposizione nelle prime ore del mattino e aumentare gradualmente è la chiave. E un piccolo bonus: anche in città, non dimenticate la protezione solare. I danni del sole non conoscono limiti geografici.

Proteggersi del sole è vitale. L'estate offre promesse di relax e divertimento, ma sotto il suo caldo abbraccio si nasconde un pericolo invisibile. Con una preparazione adeguata e una protezione solare diligente, possiamo goderci il sole senza bruciare. Il sole è una delizia, ma solo se lo rispettiamo e ci proteggiamo.

Rate this post
Partages